A chi NON SERVE posizionarsi su Google

A chi NON SERVE posizionarsi su Google

Navigando su internet, si trovano numerosi articoli che parlano della SEO e del posizionamento organico sui motori di ricerca, come un qualche cosa di miracoloso ed imprescindibile, e da un certo punto di vista è vero, ma ci sono alcuni casi in cui NON SERVE posizionarsi su Google.
In alcune situazioni infatti, posizionarsi su Google è inutile oppure semplicemente troppo dispendioso, vediamole insieme: 

1) Quando capiamo che non ci sono ricerche

Lo strumento di pianificazione delle parole chiave di Google che trovate cliccando quiè uno strumento imprescindibile per la selezione di parole chiave.  Tra i dati che lo strumento fornisce c’è il numero di Ricerche Medie Mensili Globali effettuate dagli utenti su Google per una data parola chiave.

Questo numero è fondamentale poiché ci dice se il nostro prodotto, o servizio, è cercato su internet e da questo dato capiamo se c’è DOMANDA.

Detto ciò, è facile capire che se non ci sono ricerche mensili globali per la parola chiave che ci interessa, è chiaro che è inutile posizionarsi per quella data parola chiave perché nessuno la cercherà mai.

Per farti capire bene ti riporterò una casistica che spesso si presenta, ossia quella delle Attività LOCALI in città piccole:

Di base, più è grande il bacino di utenza dei nostri potenziali clienti, più le ricerche medie mensili per il nostro prodotto-servizio saranno elevate. Al contrario, più si restringe il bacino a cui mi rivolgo, più bassa sarà la DOMANDA e quindi di conseguenza le ricerche mensili globali su Google e Partner. Quindi nel caso di attività LOCALI, soprattutto se parliamo di piccole città, è da valutare attentamente il volume della DOMANDA: potrebbe non essere sufficiente (o essere addirittura inesistente) per giustificare l’investimento in attività SEO.

2) Concorrenza ENORME

Un altro caso in cui NON SERVE posizionarsi su Google è quello in cui ci si trova davanti ad una concorrenza enorme ed agguerrita. Per capire bene questa situazione, basta pensare a:

 Hotel Firenze

Questo è un tipico caso in cui è meglio non intraprendere azioni di SEO, in quanto la concorrenza è talmente alta che posizionarsi è antieconomico. Cerca su Google Hotel Firenze e guarda i risultati: ci sono Booking, Venere, Expedia e Tripadvisor, ovvero portali ENORMI e con un brand conosciuto a livello mondiale. Poi ci sono gli altri 7 risultati che sono di portali di web agency locali che da anni presidiano e lavorano su quella parola chiave, per mantenersi in prima pagina, con lo scopo di rivendere gli spazi pubblicitari.

In sintesi, se sei un albergatore di Firenze, NON PUOI posizionare il tuo sito in prima pagina per “Hotel Firenze”, è molto difficile riuscirci e l’investimento molto probabilmente non verrà mai ripagato.

Più in generale quindi, quando per le keywords principali del tuo settore ti trovi la prima pagina di Google piena di concorrenti come questi (grandi portali, Agenzie, siti storici..ecc), allora molto probabilmente non è il caso di prendere in considerazione la SEO per il tuo sito: sprecheresti TEMPO E DENARO.

Spero di aver fatto un po di chiarezza sull’argomento, come sempre per domande o dubbi sono a disposizione, ciao!

Share this Post: Facebook Twitter Pinterest Google Plus StumbleUpon Reddit RSS Email

Related Posts

Leave a Comment