Flash va in pensione, dopo Firefox, anche Chrome ne disabilita il supporto

Flash va in pensione, dopo Firefox, anche Chrome ne disabilita il supporto

Dopo anni di onorato servizio, Adobe Flash Player, il popolare lettore di video che tutti conoscono, va in pensione. Dopo Firefox, anche Chrome disabilita il supporto ad Adobe Flash, che dopo l’attacco ad Hacking Team ha mostrato una serie di falle sfruttabili dagli hacker malintenzionati. Le disattivazioni su Chrome e Firefox, due tra i browser più importanti e usati, hanno profondamente scosso la Adobe, che non sembra voler accettare la “fine” di uno dei suoi prodotti di punta, e dichiara di essere al lavoro per “innalzare le difese del noto lettore video”. A questo punto viene da chiedersi se Adobe Flash Player sia ufficialmente defunto oppure no, esperti e addetti ai lavori dichiarano che sicuramente per un periodo Flash continuerà a “vivere” con molte difficoltà, ma nel giro di poco tempo verrà soppiantato da l’HTML5. Per un appassionate del web come me, questa vicenda è senza ombra di dubbio significativa, mi viene in mente Steve Jobs quando si è opposto anni fa a Flash Player, per i problemi di sicurezza e non ne ha voluto in alcun modo l’installazione su iPad e iPhone. Una profezia che si...
L’hashtag: cos’è e come funziona

L’hashtag: cos’è e come funziona

Cos’è e come funziona? Gli hashtag sono tag, ossia delle parole chiave utilizzate soprattutto nei social network che hanno la funzione di aiutare l’utente nel trovare un messaggio o una notizia collegata ad un specifico argomento, per partecipare alla discussione nella piattaforma social oppure semplicemente per informarsi.  E’ indubbio che l’hashtag a livello di web marketing ha assunto un’importanza non differente negli ultimi 3 anni,  moltissime campagne pubblicitarie hanno sfruttato le piattaforme sociali o web, utilizzando anche questo strumento, principalmente per attrarre nuovi clienti, creando un’ondata di discussione legata alla campagna. Grazie a questo strumento sono state create numerose campagne virali, con enormi benefici per i brand interessati, e con budget pubblicitari relativamente ridotti. Come sicuramente molti di voi sapranno, l’hashtag è nato su Twitter come strumento per raggruppare e categorizzare i tweet per parola chiave, tutte le parole chiavi precedute dal simbolo “#” diventano un link, che rimanda ad uno stream al cui interno sono contenuti tutti gli altri Tweet con la medesima keyword. A livello di web marketing quindi l’hashtag è un ottimo strumento che può essere utilizzato per: Creare campagne pubblicitarie virali Fare branding  Creare Eventi   Ma quali sono le piattaforme dove è possibile utilizzare questo strumento? Per fare un elenco breve possiamo nominare piattaforme come Facebook, Twitter e Instagram, ma ce ne sono molte altre come ad esempio Google+ o Pinterest. L’hashtag è uno strumento molto potente per tutti coloro che vogliono fare del web marketing e per questo imparare a gestirlo può aiutarci a creare campagne pubblicitarie estremamente efficaci ed economiche.  Come sempre se avete dubbi o domande contattateci e cercheremo di rispondervi nel più breve tempo possibile! Ciao...
Contattami su WhatsApp!